Gemma.wine

Solci

Sin dal 1938 la famiglia Solci commercia vini a Milano e in quegli anni imbottigliava vini Piemontesi e dell’Ol- trepò Pavese venduti poi in damigiane. Nel dopoguerra iniziano a far conoscere ai milanesi le qualità dei vini italiani, delle grandi zone francesi ed in particolare gli Champagne di grandi marche e di piccoli vigneron. Durante gli entusiasmanti anni del Rinascimento dei Vini Italiani (gli ultimi 30 anni del secolo scorso) sono protagonisti con Sommelier, Enologi ed Enoteche del periodo più fecondo e importante dell’enologia italia- na. Con questa filosofia iniziarono nel 1981 la produzione del loro spumante Solci’s Metodo Classico con uve provenienti dall’Oltrepo Pavese. L’azienda è oggi seguita dai fratelli Pietro ed Angelo Solci, rispettivamente agronomo ed enologo.

La presenza di arenarie, gesso e marne sabbiose, con alta presenza di lapidei calcarei rende questi territori otti- mali per la coltivazione del Pinot Nero, infatti circa il 75% dell’intera produzione nazionale del vitigno provie- ne da queste zone. Il primo dato certo relativo alla produzione di spumante in Oltrepò risale al 1870 quando l’ing. Mazza di Codevilla iniziò la produzione dello “Champagne” d’Oltrepò; già allora la base era rappresenta- ta da uve Pinot Nero.

Lo spumante Solci è rigorosamente prodotto con il Metodo Classico con permanenze sui lieviti che vanno dai 36 ai 72 mesi. I quasi quaranta anni di esperienza nella vinificazione e rifermentazione in bottiglia si fanno sentire con la precisione e raffinatezza del perlage in ogni singola bottiglia.

La sboccatura avviene su richiesta ed i vini vengono rilasciati dopo poche settimane dalla richiesta del merca- to per preservare freschezza ed aromi.

Eleganza e complessità fanno degli spumanti Solci un emblema del metodo classico italiano.